home
GALLERIA STUDIO 7
1
Centro d'arte e di informazione

 

MOSTRE IN CORSO

HOME

CHI SIAMO

ATTIVITA'

MOSTRE IN CORSO

ARCHIVIO MOSTRE

I NOSTRI ARTISTI

LA BIBLIOTECA

DOVE SIAMO

CONTATTI

 

Galleria Studio 71, Palermo


--------------------------

Museo degli angeli, Sant'Angelo di Brolo ME

Collettiva

ASPETTI NATURALISTICI E PAESAGGISTICI DEI NEBRODI

-----------------------------------------

UCCIARDONE


RISCRIVERE LA LIBERTA'

 

-----------------------------------------------

Casina di Caccia Borbonica di Ficuzza

 

--------------------------------------------------------------

CASA DEL GOLIARDO

IO, NOI
Insieme contro il tumore


Galleria Studio 71, Palermo

 

-------------------------------------------------------------------

 

UCCIARDONE

RISCRIVERE LA LIBERTA'

 

Antonella Affronti, Alessandro Bronzini, Aurelio Caruso, Pina D’Agostino, Maria Pia Lo Verso, Franco Nocera, Filippo Panseca, Vanni Quadrio, Tiziana Viola, Luciana Anelli, Liana Barbato, Elio Corrao,Angelo Denaro, Giuseppe Gargano, Ninni Iannazzo, Caterina Lala, Gabriella Lupinacci, Antonino G. Perricone, Giusto Sucato, Gianni Maria Tessari

Dal 6 ottobre al carcere dell'Ucciardone sarà esposta la mostra "Riscrivere la libertà".

Palermo è una città dai mille rivoli e dai tantissimi aspetti e stratificazioni culturali, spesso anche affascinante e visionaria come la luna sul Castello Utveggio di Filippo Panseca per raccontare, ai palermitani e al mondo, il suo sogno romantico. Forse la stessa luna di Ariosto e del suo Astolfo o la luna di Savinien de Cyrano de Bergerac e del suo Cyrano o forse più semplicemente la luna pirandelliana di Ciàula.
La Palermo, scrive Vinny Scorsone (…) raccontata in questa mostra è, in realtà, un sentimento collettivo dalle mille sfaccettature. Una città stratificata, frutto del lento lavorio dei secoli, regale e splendida (Maria Pia Lo Verso) oppure trasfigurata come se fosse un enorme palcoscenico calcato da funamboli e trapezisti (Tiziana Viola Massa); dea bagnata dal mare e scenario ideale di un caldo e terroso amplesso amoroso (Antonella Affronti) contrapposto al bianco candore serpottiano (Vanni Quadrio); benevola “terra-madre” in cui sognano di poter tornare i nostri emigrati (Alessandro Bronzini); luogo dove il grigiore della vita cittadina si contrappone ai luminosi fasti del passato (Aurelio Caruso) e in cui i canti e le grida delle processioni popolari cattoliche (Franco Nocera) si mischiano con l’eco dei muezzin che chiamano alla preghiera nelle moschee, mentre il mare, che tutto avvolge e tutto “brama”, ci rammenta, in maniera amara, gli anni dei passati splendori in cui i palermitani godevano della costa cittadina e della sua spiaggia (Pina D’Agostino). In questo clima in bilico tra ricordi e presente, nella città vecchia, mille accenti differenti si odono, molti colori si baciano, numerosi lineamenti si mischiano. Città differenti si riuniscono in un’unica città (la quale è sempre stata pronta ad ogni accoglienza) dando vita ad una nuova stirpe di palermitani. (…).

----------------------------------------------------------------------------------------

 

Museo degli Angeli, Sant'Angelo di Brolo ME

 

-----------------------------------------------

Casina di Caccia Borbonica di Ficuzza

------------------------------------------------------------------

Casa del Goliardo, Palermo

Sabato 13 ottobre, alle ore 16:00, presso la Casa del Goliardo, sita in vicolo Sant’Uffizio piazza Marina a Palermo, verrà inaugurata la mostra collettiva:

IO, NOI
Insieme contro il tumore

La mostra, dedicata all’importanza della prevenzione come “arma” per contrastare sul nascere il carcinoma mammario, vedrà l’esposizione di: una trentina di reggiseni creati da pittrici, scultrici e stiliste; alcune foto realizzate dalla fotoreporter Isabella Balena per il libro “A seno nudo” (A seno nudo - 14 donne raccontano come la nuova chirurgia plastica-ricostruttiva ha restituito loro il sorriso, di Cristina Garusi, Isabella Balena e Anna Di Cagno Ed Tecniche) che ritraggono donne reali, con il proprio vissuto, le proprie ferite (così difficili da accettare), che hanno combattuto e recano addosso il cambiamento visibile della loro nuova condizione; una decina tra poesie e racconti sull’argomento scritte da altrettante poetesse e scrittrici; una installazione di Anna Balsamo comprendente i reggiseni, donati da donne operate, recanti, una frase, una scritta, un oggetto e infine un’opera realizzata da Marella Ferrera proveniente dal suo Museo.
In una società perfetta fatta di nuovi canoni e nuove forme di espressione, in cui l’esteriorità e l’immagine sta prendendo il sopravvento su ogni cosa, IO, NOI si pone in maniera antitetica poiché scava nell’anima. Non vuole essere solo rappresentazione superficiale di un problema, va oltre. Nella mostra allestita per questa occasione, il seno diventa scrigno di sensazioni nuove, dubbi e sconforto, ma anche simbolo di rinascita ad una nuova vita.
Le artiste coinvolte (sia pittrici che scrittrici), hanno descritto, dipinto, ricreato, tagliato, modellato nuovi reggiseni e tracciato nuove storie. Le parole, le tecniche e i materiali utilizzati sono entrati in stretta relazione con l’elemento, col simbolo. Il reggiseno come emblema di femminilità, qui è stato scelto come icona principale, come portavoce di una lotta, non più contro il sistema consumistico e la società, bensì contro la malattia. Reggiseni, foto, poesie e racconti per parlare di donne del nostro tempo.
La mostra, che ha principalmente lo scopo di sensibilizzare le donne nella lotta contro il tumore, è soprattutto un abbraccio collettivo che mira a non farle sentire sole; è una testimonianza reale di ciò che è accaduto ad altre donne: una rete di connessioni emotive in grado di narrare storie vere che sembrano irreali.
L’esposizione si pone come un tramite tra le realtà che si occupano di tumori e la popolazione.
La mostra, organizzata dalla galleria Studio 71 di Palermo e curata da Vinny Scorsone e Anna Balsamo, si sofferma su ciò che può rappresentare, sul piano psicologico, la malattia.
Durante la serata inaugurale interverranno Giuseppe Amodei (commissario straordinario dell’ERSU), Antonio Russo (direttore della UOC di Oncologia Medica - AOU Policlinico “P. Giaccone” di Palermo il cui intervento verterà su “Notizie per la Prevenzione), Antonio Ciulla (specialista in chirurgia generale e in chirurgia ricostruttiva della mammella), Francesca Glorioso (direttore generale LILT Palermo che parlerà dell’attività della LILT), Aldo Gerbino (Presidente Accademia delle Scienze Mediche e critico d’arte che si soffermerà sul tema “Malattia e creatività”),Vinny Scorsone (critico d’arte galleria Studio 71 di Palermo, curatrice della mostra).
A seguire verranno lette dalle scrittrici intervenute le poesie e i brevi testi presenti in mostra.

Le artiste: Cristina Alletto, Antonella Affronti, Eugenia Affronti, Anna Balsamo, Maria Luce Balsamo, Antonella Ludovica Barba, Pina Cirino, Tanina Cuccia, Filly Cusenza, Pina D’Agostino, Ivana Di Pisa, Marella Ferrera, M.Rachele Fichera, Daniela Gargano, Gabriella Giambalvo, Elena Ilardi, Gabriella Lupinacci, Sara Mineo, Cristina Patti, Letizia Porcaro, Mariella Ramondo, Caterina Rao, Giuseppina Riggi, Cinzia Romano La Duca, Angela Sarzana, Anna Torregrossa, Ilia Tufano, Maria Felice Vadalà, Dina Viglianisi, Tiziana Viola
Le scrittrici: Franca Alaimo, Emilia Barbato, Anna Maria Bonfiglio, Myriam De Luca, Giovanna Fileccia, Maria Giambruno, Sandra Guddo, Antonella Lo Giudice, Daìta Martinez, Beatrice Monroy.
La fotografa: Isabella Balena
La mostra ha il patrocinio della LILT (Lega Italiana per la lotta contro i tumori) sezione di Palermo, dell’ERSU (Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario) e dell’Università di Palermo.
La mostra rimarrà aperta fino al 30 ottobre con il seguente orario: dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Domenica dalle 10 alle 13.
Le mattine di lunedì 15 e venerdì 19 alla Casa del Goliardo saranno presenti le volontarie della LILT che ne illustreranno l’operato e informeranno i visitatori sugli ambulatori LILT dove, per tutto il mese di ottobre. sarà possibile effettuare visite senologiche gratuite su prenotazione, in occasione della Campagna Nastro Rosa per la prevenzione del tumore al seno.
Durante la serata inaugurale ci sarà una degustazione di vino dell’Azienda vitivinicola Alcantara di Randazzo CT

 

 


MUSEO DEGLI ANGELI
SANT'ANGELO DI BROLO ME


www.pittorica.it


FONDAZIONE LA VERDE-LA MALFA - SAN GIOVANNI LA PUNTA CT


CASA DELLA DIVINA BELLEZZA
Forza D'Agrò ME


HOSTARIA CYCAS - CASTELBUONO


www.gruppoerre.net